Ortodonzia invisibile: Rispondiamo ai vostri dubbi

22 Ottobre 2021 Studio Dentistico Galletti

Ortodonzia invisibile: Rispondiamo ai vostri dubbi

Nonostante la comprovata efficacia, l’ortodonzia invisibile incontra ancora qualche riluttanza nell’essere considerata una terapia di allineamento dentale a tutti gli effetti.

Se infatti, da un punto di vista estetico, è indiscussa la sua capacità di risolvere il disagio di sorridere, non lo stesso invece si può dire a livello di validità di trattamento: sono in tanti ancora a credere erroneamente che l’ortodonzia invisibile non sia davvero efficace.

Rispondiamo alle domande che più spesso ci vengono poste dai nostri pazienti dello Studio Dentistico Galletti.

Ortodonzia invisibile: è un trattamento solo estetico?

No. L’ortodonzia invisibile è una metodica ortodontica a tutti gli effetti, che serve a correggere diversi problemi di allineamento e posizionamento dentale, malocclusioni e denti storti, affollamenti e diastemi.

Non può essere impiegata per tutti i casi clinici: sarà il dentista a valutare, in base al paziente ed alla sua personale problematica, se optare per l’ortodonzia tradizionale o per quella invisibile.

Ortodonzia invisibile: è valida quanto la classica ortodonzia?

Sì, gli apparecchi trasparenti sono validi e sicuri al pari di qualunque altro apparecchio ortodontico.

Grazie però all’impiego di tecnologie computerizzate all’avanguardia, ai materiali ed alle tecniche di lavorazione innovative, gli apparecchi trasparenti di nuova generazione garantiscono dei livelli di precisione mai raggiunti prima.

Gli apparecchi trasparenti sono dolorosi?

Quando si indossa un apparecchio trasparente è possibile avvertire un senso iniziale di fastidio che si attenua, nei giorni successivi e poi scompare.
Il fatto di non avere ganci ed attacchi metallici come gli apparecchi fissi, li rende sicuramente molto meno invasivi all’interno del cavo orale.

Come posso lavare i denti con l’apparecchio trasparente?

Gli apparecchi trasparenti sono removibili, pertanto possono essere tolti per lavare bene i denti e utilizzare il filo interdentale.

C’è il rischio di perdere l’apparecchio mentre si parla?

No, perché vengono realizzati su misura, partendo da un calco dell’arcata dentale proprio per aderire perfettamente alla dentatura.
Inoltre, vengono realizzati impiegando un polimero per uso medico: un materiale duttile (capace cioè di adattarsi perfettamente alla tua bocca), resistente (tanto da sostenere sia il carico masticatorio sia la funzione di allineamento per cui è predisposto) e trasparente (in modo da rendere l’apparecchio ortodontico) poco invasivo.

Gli apparecchi invisibili sono veramente invisibili?

Gli allineatori trasparenti sono delle mascherine e appaiono sui denti come una sorta di “pellicola”, ma sono sicuramente meno invasivi rispetto ad un apparecchio fisso tradizionale.

A quale età posso mettere l’apparecchio invisibile?

Gli apparecchi trasparenti vengono generalmente consigliati ai pazienti di età adulta. Ma possono essere impiegati anche nel caso di pazienti più giovani, in età adolescenziale.

In ogni caso, sarà il dentista a stabilire se e come adottare l’ortodonzia invisibile.