Perché sono importanti le visite di controllo regolari dal dentista?

10 Novembre 2021 Studio Dentistico Galletti

Perché sono importanti le visite di controllo regolari dal dentista?

Le visite di controllo periodiche dall’odontoiatra sono l’appuntamento fisso per la salute di tutta la bocca.

Visita odontoiatrica studio dentistico galletti

Le visite di controllo periodiche dall’odontoiatra sono l’appuntamento fisso per la salute di tutta la bocca.

È importante prevenire eventuali patologie secondo i suggerimenti del proprio dentista, ed evitare di aspettare che un problema si manifesti.

L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE

Le visite di controllo periodiche di igiene, profilassi e prevenzione sono molto importanti per favorire il mantenimento della salute di denti e gengive, prevenire molte delle problematiche più comuni e valutare eventuali interventi da svolgere. I controlli regolari e le sedute di ablazione del tartaro garantiscono il mantenimento di denti sani, puliti e brillanti.

La prevenzione è fondamentale e dovrebbe iniziare sin da bambini. È importante portare dal dentista i bambini fin dai 3 o 4 anni: non solo per ragioni preventive, ma anche al fine di abituarli all’ambiente odontoiatrico, così da evitareche ne abbiano paura e diffidenza quando saranno grandi.

Non bisogna farsi ingannare dallapparente buono stato di salute della propria bocca: anche se non si avverte alcun fastidio, né si notano difetti allo specchio, è possibile che vi siano problemi asintomatici, quasi invisibili perché ancora in fase iniziale. Se trascurati, tali problemi si potranno manifestare successivamente in forma acuta.

Il controllo periodico permette di intercettare sul nascere qualsiasi patologia, evitando che questa si aggravi senza che ce ne si accorga.

LE DUE FASI DELLA VISITA

Le visite possono durare dai 30 minuti a un’ora circa, secondo il livello di salute del cavo orale, e si articolano in due fasi distinte: controllo e igiene professionale. Il dentista effettua per prima cosa un accurato controllo di tutto il cavo orale al fine di:

  • identificare la presenza di eventuali infiammazioni, infezioni, traumi, carie o tartaro;
  • controllare le gengive ed eventuali otturazioni o protesi;
  • verificare che non siano presenti malocclusioni, denti storti o rotti.

Se questo controllo non evidenzia problemi che necessitano un intervento immediato, si passa alla seconda fase: la pulizia.

Una accurata igiene orale quotidiana, se effettuata correttamente, permette di pulire i denti da buona parte della placca e dei residui di cibo, ma non elimina il tartaro.

Grazie alla pulizia dentale professionale, con l’ausilio di strumentazione specifica, si rimuove la placca residua e il tartaro che si annida tra denti e gengive.

L’ultima operazione, di carattere estetico, riguarda la rimozione di eventuali macchie presenti sulla superficie dei denti.

Al termine della visita il dentista informa il paziente sullo stato di salute della bocca e, qualora avesse riscontrato patologie o anomalie, propone le terapie o gli interventi adeguati in ordine alla gravità del problema. Da ultimo spiega come effettuare una corretta igiene orale quotidiana, evidenziando le conseguenze di una mancata o scorretta igiene orale.

IL CALENDARIO DEI CONTROLLI

Dopo la prima visita di controllo, in accordo con il paziente, verranno fissate le successive sedute a cadenza regolare. La frequenza delle visite può variare da 6 a 12 mesi, a seconda dello stato di salute del cavo orale e della disponibilità del paziente.
È molto importante, nelle sedute successive, segnalare al dentista eventuali cambiamenti o sintomi che si sono presentati rispetto all’ultima visita, affinché l’odontoiatra possa procedere a un controllo mirato.

UNA PANORAMICASULLA SALUTE ORALE

Durante i controlli lo specialista esaminerà con cura tutte le aree visibili. Per le zone nascoste o coperte si potrebbe rendere utile effettuare unortopantomografia o panoramica dentale. Si tratta di un esame diagnostico radiologico per unanalisi completa del cavo orale, che consente di vedere in un’unica immagine panoramica tutto il cavo orale dalle più differenti angolature. Praticamente un identikit della bocca, che evidenzia:

  • stato di salute generale del cavo orale
  • cariosità
  • stato dei denti del giudizio pre-estrazione
  • denti inclusi
  • allineamento delle arcate
  • ricerca di granulomi o di cisti ossee
  • caratteristiche del morso e rapporto tra i denti e l’arco dentario
  • condizioni dell’osso qualora si rendesse necessario effettuare impianti

VISITA ODONTOIATRICA POST-INTERVENTO

Le visite di controllo sono parte integrante delle cure odontoiatriche messe in atto dopo un intervento. Si tratta infatti dell’unico modo per controllare l’integrità del manufatto protesico e per verificare eventuali problemi sopraggiunti nel frattempo: solo così sarà possibile intervenire tempestivamente.

Le visite odontoiatriche di controllo consistono essenzialmente in una visita clinica alla poltrona e, se l’odontoiatra lo ritiene necessario, in un esame radiografico come una panoramica o una radiografia endorale dei singoli elementi interessati.

La cadenza consigliata dagli specialisti del Giusto Sorriso di Siena, è semestrale ma ogni caso è valutato singolarmente dal dentista.

LE BUONE ABITUDINI FANNO LA DIFFERENZA

Le visite dentistiche di controllo, dunque, sono fondamentali per evitare l’insorgere di problemi e dunque di essere sottoposti a cure odontoiatriche e interventi più invasivi.

Tuttavia, tutti noi abbiamo un’arma importantissima per prevenire ed evitare l’insorgere di qualsiasi problematica: mantenere una scrupolosa igiene orale anche a casa, utilizzando correttamente spazzolino e filo interdentale, è indispensabile.

Inoltre, è importante contattare il dentista non appena si nota qualcosa che non va, anche se il problema ci sembra minimo.

Infine, non dimentichiamo un particolare importantissimo: le visite di controllo sono completamente indolori, mentre interventi e cure odontoiatriche successiva può comportare fastidi e problemi.